Instagram

  • Da quando è uscito il corso gratuito su come imparare a meditare, i feedback sono stati tantissimi: dagli amici, ai colleghi (sì quelli che mi spaventavano tanto), agli ‘addetti ai lavori’. Qualche giorno fa, Simona che ho scoperto essere di Torino e avere anche un blog (laprincipessavestitadaclown.blogspot.com) mi ha scritto dicendo -tra le altre cose- che mi ringraziava per aver ammesso che ‘se c’era qualche imprecisione era da attribuire al fatto che era stato tutto fatto da me’. In questo spazio, in questo progetto, voglio che ci sia realtà e condivisione. Voglio esserci pienamente e non sembrare ‘l’insegnante studiata e perfetta’ che spiega come fare. 
Le nostre difficoltà, anzi, sono i migliori maestri.

Io mi sono lasciata bloccare molte volte dal perfezionismo. E ogni tanto succede ancora: ci sono così tante cose da imparare anche solo per inviare una semplice mailing list che perdersi è un attimo... Ora semplicemente lo vedo e lo accetto. Studio, miglioro, perfeziono. Faccio quello che posso ricordando perché ho iniziato. La mindfulness ha cambiato la mia vita e credo che ognuno, con poche semplici indicazioni, possa fare altrettanto. O semplicemente stare meglio.

E alla fine quello che arriva non è la foto perfetta, l’impaginazione o l’editing... ma l’amore che metti in quello che fai. 
#meditazione #consapevolezza #mindfulnesstorino #mindfulnessitalia #vipassana #meditazioneitalia #rilassamento #crescitapersonale 
#vividavvero
  • Stai cercando un modo per prenderti cura di te, per rallentare i ritmi quotidiani e sentire di essere tu a guidare la tua vita?

Spesso siamo nel caos delle cose da fare, pieni di ansia e sotto pressione, senza spazio per ascoltare quello che il nostro corpo ci vuole comunicare nel profondo. 
C’è un modo per riprendere il timone delle proprie giornate! 
Insieme impareremo tecniche di Mindfulness e Meditazione per avere strumenti pratici, da usare ogni giorno, che ci aiutino a gestire i momenti di stress e di tensione.

Scopri tutti i dettagli del corso a Torino:

http://www.lunedinontitemo.it/2018/09/13/ansia-non-ti-temo-5-incontri-per-gestire-ansia-e-stress-con-la-mindfulness/

O clicca il link in bio!
  • Ieri cineforum con gli Psicologi Arcobaleno. Il film era “The Danish Girl”. Ma la riflessione che vorrei fare non è sul film in sè.

C’erano un gruppo di persone, tante età, tante esperienze diverse. Il dibattito inizia sempre con difficoltà. 
Come mai abbiamo paura di dire quello che pensiamo?
Perchè abbiamo paura di esporci? 
Di dire ad alta voce quello che pensiamo? 
C’è sempre una parte di noi che ci giudica: inadatti, poco intelligenti, non abbastanza preparati... In questi contesti emerge forte. 
Anche in me, dopo un paio di interventi... la vocina che dice: “Mi sarò spiegata bene?” “Era il caso di dire quello e di dirlo così?” Sentire questa voce che giudica, che ci esamina sotto una lente di ingrandimento è importante. Prenderne coscienza è il primo passo per poterci sorridere e stare vicino... con la consapevolezza che non siamo i soli a sentirci così e che i nostri pensieri hanno il diritto di esprimersi. Che vanno bene, come andiamo bene noi. Così come siamo.

È solo nel momento in cui riusciamo davvero a rilassarci in quello che c’è in noi che ci apriamo alla crescita e alla trasformazione.

Ps: la foto è uno dei veri quadri dipinti da Gerda, moglie di Lili Elbe. Se avete voglia cercate la storia di questa coppia, oltre il film. Un esempio di amore, coraggio e lotta nella ricerca di sè.

#mindfulnesstorino #esseresestessi #thedanishgirl
  • 15 mesi fa ci siamo seduti in Cerchio per la prima volta. Sono successe tantissime cose in questo periodo e tante altre ancora ne abbiamo condivise. Spiegare a parole è impossibile. Oggi è finito il nostro corso di formazione in Costellazioni familiari e sistemiche. In realtà è solo l’inizio...
  • Il poeta Theodore Roethke dice che solo andando impariamo dove andare. .
A volte ci sentiamo bloccati, sopraffatti dalle cose da fare o pieni di rabbia per gli anni persi. Vorremmo disperatamente dare un calcio a tutto quanto o ci impantaniamo in grandi domande che non trovano risposte. .
Che cosa potete fare in questo preciso momento, nelle condizioni in cui vi trovate? Fate una piccola azione. .
Indulgere nelle grandi domande non ci permette di trovare risposte. Si tratta di cambiare approccio, rispettare il qui ed ora oltre che l’obiettivo che vogliamo raggiungere.
.
I grandi cambiamenti possono avvenire ma partono da piccole cose, cose quotidiane che possiamo gestire in questo istante. .
Cosa puoi fare per te ora?
.
Io sono a Milano. Ultimo modulo dopo circa un anno e mezzo di formazione come Costellatrice. Un percorso arrivato “per caso” e che si è rivelato un’enorme occasione di crescita personale. Un giorno ne parlerò meglio, per ora tanta e tanta gratitudine. Nonostante il cielo grigio e la location un po’ impersonale. 😅
  • Ho chiuso la porta di casa pensando: “Ti sei laureata due volte, ce la farai anche ad andare in una palestra”. Come sono arrivata ad un pensiero tanto ridicolo? Mi sono iscritta per una prova in una palestra dietro casa. Io di solito corro all’aperto. Frequento centri Yoga. Faccio esercizio a casa. Ho fatto recentemente anche dei bellissimi allenamenti con un personal trainer in un piccolo centro specializzato. Non vado in grandi, classiche, palestre da decenni.
.
In questo momento, però, sto cercando qualcosa di diverso, che mi permetta di spaziare con la tipologia di allenamento, che sia vicino a casa e aperto anche prestissimo. Principalmente vorrei prendermi cura del mio corpo, muoverlo. Onorarlo.
.
Mi sono dovuta sforzare. Il primo giorno di prova ho rimandato, oggi cincischiavo in giro per casa. Ad un certo punto mi sono fermata. Mi sono detta che era un gesto d’amore per me. Che l’ambiente è nuovo e mi mette a disagio ma ho fatto altre cose ben più complesse ed uscire dalla mia zona di comfort era solamente un modo per crescere.
.
Camminando verso la palestra ho pensato a tutti quelli che mi dicono: “Devo trovare il tempo per meditare”. Mi sono rivista in loro, anche se alla rovescia: spesso ci si occupa del corpo e non della mente! E ho pensato che per prima cosa vanno tolti i “devo”. Non andrebbe mai usata come parola in generale, figuriamoci se accostata alla #meditazione. .
Anche per la meditazione è fondamentale l’attitudine. Probabilmente all’inizio un po’ di sforzo ci vuole, è vero… ma vorrei che fosse mosso da amore per sè, dalla voglia di prendersi cura non sono del corpo ma anche della mente. .
Anni fa mi sarei intimata di uscire di casa massacrandomi di frasi poco lusinghiere sul mio corpo o sulla poca costanza. Oggi mi sono fermata e mi sono ascoltata, chiedendomi cosa mi stava davvero trattenendo e ricordandomi che era un’occasione per amarmi. Nient’altro. Niente prestazioni, aspettative, calorie. .
Lo stesso vale per il cuscino da meditazione. Non rimproveratevi perchè non fate abbastanza, non siete abbastanza etc etc… sforzatevi per amore di voi. Nient’altro.
.
I bloopers nel primo commento 😂

Seguimi!

Copyright © 2018 Lunedì non ti temo